martedì 31 luglio 2012

di lacrime profumate e cuor sablè .. dalla polvere alla luce .. è GHOST

E' Patty, di andante con gusto, che ci mette alla prova.
Io non mi tiro indietro.
Ci chiede della nostra commedia preferita, a quale piatto la associamo e perchè?

Io, cresciuta in una videoteca (la mamma italiana del BlockBuster), di film preferiti ne ho tanti,
tanti quante le ricette!

Per facilitarmi nella scelta, ho fatto una lista dei migliori, è stato peggio! 
Stavo per riempire di titoli anche il retro del foglio!

Poi, lui è venuto a me..
-Vi consiglio di proseguire la lettura con sottofondo questa colonna sonora. Capirete subito-
Un'illuminazione, in tutte le sue espressioni
quel doppio raggio di luce del tramonto estivo, che filtra dalla persiana socchiusa,  illuminandomi i 2 fiori di lavanda che impreziosiscono la mia torta
Una cheescake, già romantica di suo perchè è il dolce preferito dal mio Lui, anzi l'unico;
e lo è ancor di più, romantica, perchè a forma di cuore.

Ed è in quel momento che mi appare l'altro lui, Patrick Swayze, Sam. 
Avvolto nell'infinito, il suo viso, le sue mani 
tese verso lei, Demi Moore, Molly, 
come per afferrarla, per non lasciarla.
Quando per mano di un invidioso e arrogante arrivista,
Sam rimane vittima.
Ma la tragedia regala loro una nuova visione di amore e sostanza.
Ma ora, un ultimo bacio, è il momento, Sam deve andare, il suo spirito la deve lasciare.

Ghost invece è rimasto, 
un classico, dal 1990. 
Un classico da Oscar, non uno, due.

E classica potrebbe esser stata la mai scelta.
Una scelta romantica, strappa lacrime, adolescenziale se vogliamo. 
Se vogliamo.. spirituale.

Di quello spirito che ogniuno di noi ha, accanto, sul cammino, nel cammino.

Ed io, che cammino ad occhi chiusi, ascoltando i rumori, gli odori, il profumo dei fiori,
di quella lavanda che ho incontrato in un prato e non ho resistito.
L'ho fatta mia.
E' divenuta il tocco che contraddistingue la mia ultima cheesecake
ESSENZA .. polpa di ananas e fior di lavanda

L'ananas, frutto semplice ma col ciuffo curioso e dalla scorza unica; povero ma dalle virtù femminili; dal gusto particolare ma dai facili accostamenti.
Come l'amore nelle le sue forme, delicato e allo stesso tempo aggressivo; che regala gioie e dolori; complicità e compromesso.

L'ananasso, che trova in un tocco di lavanda, il culmine del proprio gusto.

Questo fiore romantico, provenzale, dal profumo dei ricordi, dei cassetti della biancheria della nonna.
Commestibile ed ineguagliabile per i suoi innumerevoli impieghi e benefici.

Saranno questi due, ananas e lavanda, gli elementi caratterizzanti.
Che arricchiranno il tenero cuore di formaggi cremosi, philadelphia e fiocchi di latte, su sablè di secchi biscotti
(avrei voluto preparare una ricetta collegandomi a David Gnomo, ma i cartoni animati non sono ammessi!)

Ricetta della mia Ghost-cake Essenza:

per la sablè
150 g di biscoti secchi
60 g di margarina

per la crema
1 panetto di philadelphia
200g di fiocchi di latte
1 uovo
1 pugno di farina 00

per decorare
2 fette di ananas
7 fiori di lavanda essiccata

*Ho tagliato a cubetti l'ananas, riposta in una ciotolina e unita alla lavanda,
per rendere profumi e sapori una sola cosa.
*Ho sbriciolato i biscotti unendoli alla margarina e con le mani ho dato forma alla base, alla sablè,
su carta forno dentro la teglia a forma di cuore.
Poi messa in frigorifero per renderla compatta.
*In una ciotola ho unito il philadelphia e i fiocchi di latte ad un uovo ed al pugno di farina.
Quando ben amalgamata, ho steso la crema sulla sablè (fuori dal frigo, essendo difficile entrarci),
ricoperto di ananas e lavanda, che in una ciotolina mi aspettavano.
*Infornato a 180° per una ventina di minuti. Statico.
*Una volta cotta e raffreddata, si conserverà in frigo per assaporarla ben fredda.

Così come Molly da' vita all'argilla, 
io la do' ai dolci, al cibo.
Con amore, delicatezza e relax.
E come potrei non esser rilassata, con questi ciuffi di lavanda sotto al naso!

con questa ricetta partecipo al contest di
ANDANTE CON GUSTO













lunedì 30 luglio 2012

Nella Milano Chic con un VodkaMelon

Potrebbe tranquillamente essere opera mia!
Cocktail-melon,
un mangia-e-bevi alcolico insomma!

Sicura di ricordare una base di vodka,
del succo del frutto esotico e..
nient'altro!

Penserete "Peste te sei 'mbriacata!"
E invece no! 
Non basta una melonata alcolica per la sbronza!
e' semplicemente un problema di memoria!
Infatti, dicevo?!

Bhè, nemmeno fosse la prima volta, che lo provo.
Perchè io sono abitudinaria,
matta, ma abitudinaria!
Cioè, so che con lui vado sul sicuro.
-sì, parlo dei drink come fossero uomini!-
Arancione -e qui, e' inequivocabile-
in abbondante quantità tanto da non fare altre ordinazioni
e non voglio sempre andare a toccare l'euro..
ma oggi, 'n'a consumazione dieci euri, dico dieci, se te và bene! 
Che di meloni ce ne pijo 'na cassa e di vodka 'na bottiglia intera!

Ma e' così chic girare dal tramonto all'alba per la Milano Bene:
vestitini alla moda, tacchi 12, scollature sexi,
auto costose, polo e cash, tanto cash.

Proprio come i miei aperitivi:
con tartine che precipitano dal piatto macchiando per sempre quel vestitino tanto carino,
con dita schiacciate tra la sedia.. e quela del vicino,
con bicchieri rovesciati perchè qualcuno si appoggia troppo al tavolino già barcollante.
Non capisco perchè le amiche mie non mi facciano mai compagnia.. hahah

Ed infatti ogni volta 
tra me, mamma, e lui papà, parte la caccia del "dove andiamo"
per finire poi sempre lì, dove ci conoscono e hanno pazienza,
perchè è comunque chic! Ed io il tacco 12 lo metto lo stesso!!







domenica 29 luglio 2012

pizzeria a casa mia

E' domenica e per molti è come dire pizza
ma non vuol dire risparmio:
 
una famiglia di 4 persone spenderebbe come minimo 40 euro per 
4 coperti,
4 tranci, semplici perchè se cominciano le pretese e le porzioni abbondanti...
2 birre medie 
ammeno che ce le si porti da casa e con nonchalance estrarle dalla borsa tipo Houdinì col coniglio dal cappello, e stapparle con l'accendino
(perchè non v'è pizza senza birra),
dell'acqua, ma questa davvero in borsa non manca mai se si hanno 2 bimbi piccoli,
e du' gelati je li vogliamo prende a stì bimbi che so' stati taaanto bravi nel finire le loro pizze, 
ma soprattutto nello stare seduti...?!!
Caffe' e ammazzacaffè.
Ammazza che conto!

"Scusi signor pizzaiolo, se mi toglie du' fette dalla pizza.. che, mi fa lo sconto?"
Quindi, per risparmiare
o si và a cena in 2, senza figli vojo dì, 
così ce si rilassa pure
(evitando frasi tipo "non vi alzate dalle sedie" "non gridate" "non litigate le pizze i bicchieri e le forchette so' ugguali per tutt'e ddue"... potrei andare avanti un'ora, tutto il tempo della cena insomma)
o s'impara a farsela a casa, la pizza
(coi figli liberi d'ammazzarsi!)
Ed io la pizza me la fo così:
-dosi per una teglia tonda-
250g di farina 00
10 g di sale
100 g d'acqua
1 cucchiaino di olio di semi
meno di 1/4 di panetto di lievito di birra
(sciolto in acqua zuccherata)
Attenzione, le mie dosi sono moooolto approssimative
IO VADO AD OCCHIO
(ma sapete che se l'impasto e' troppo appiccicoso si aggiunge farina
al contario, se è gnucco, si aggiunge acqua)

O se preferite la focaccia pugliese
o ancora questa pizza
E le farciture?
Quel che si vuole, aggiunto a fine cottura.
Insomma, voi ordinate, io prendo il taccuino!
Al momento vi propongo una pizza veg
si', ok, la mozzarella non e' vegetariana,
ma d'altronde, che pizza sarebbe senza mozzarella!?!




sabato 28 luglio 2012

Garitina: una Cascina nel bicchiere

Vuoi farmi compagnia?
Offrimi un bicchiere di vino.
Vuoi che.. sia io, a farti compagnia?
Offrimi un bicchiere di Bricco Garitta!
14° di piacere, di intenso profumo e ricco sapore.

Perchè la curiosità mi accompagna 
facendomi scoprire cose buone e giuste!

E assaggio dopo assaggio,
bicchiere dopo bicchiere..
non v'è più pericolo di macchiare la tovaglia..
la bottiglia è ormai vuota!

Ed io, tornata sobria,
ringrazio Lui, Presidente nonchè Signor Vino, per essersi presentato!

In attesa di una passeggiata fra le colline del Monferrato,
lì, dove le vigne trovano terra per i loro frutti;
dove l'aria ha il sapor del Mediterraneo
e la vista si perde in un verde paesaggio.
Cascina Garitina dal 1900 si prodiga per rendere un sogno di famiglia realta'.

Mentre, per rendere acqua in vino.. non basterebbe un altro secolo!

giovedì 26 luglio 2012

il gelato... igienico

Caldo? Bambini irrequieti?
Più sete che fame?
Ho la soluzione:
gelato!
Mannò, non il solito..
un gelato-igienico!

Dopo l'ultima mia trovata dei ghiaccioli home made..
il gelato!
E mentre le amiche blogger si scervellano 
per ideare e realizzare nuovi gusti
da proporre al contest estivo MTC sul gelato appunto
(non ho ancora capito se in premio ci sarà una crociera!)
 io non potevo certo esser da meno..

Invece mi gratto la pancia e mi massaggio le chiappe,
già, perchè a pensare al mio di gelato, ci sono i bimbi,
fuori, sul terrazzo, che si divertono
.. e non mi stressano!
intanto, perchè hanno le mani nell'acqua,
poi, perchè possono impastare e colorare!
Nooo mangiare no!!
Se pensate di proporlo ai vostri figli, 
mi raccomando,
siate certe di avere una buona scorta di carta igienica!
E poi? 
Colore colore e colore,
una coppetta con cucchiaino.

Ecco pronto il gelato-igienico,
per la cucina delle bambole
o perchè no..
un bello scherzone ai nonni!!!
Buon divertimento!

mercoledì 25 luglio 2012

con amarene sciroppate.. è cheesecake mania

Sono innamorata, lo confesso.
Sapori così diversi e così in simbiosi.
I secchi biscotti ed il grasso formaggio.
Trovano il giusto equilibrio,
con le amarene sciroppate.
Dopo aver ubriacato la famiglia
mi sono mantenuta sobria, semplicemente 
150 g di biscotti secchi sbriciolati
60 g margarina
40 g zucchero
Unire tutti gli ingredienti e comporre la base nella tortiera, su carta forno.
Ora, con i formaggi freschi che il frigo ci offre
(philadelphia 1 panetto, fiocchi di latte e panna o ricotta)
1 uovo e due pugni di farina
diamo vita alla crema. Alla parte cheese della torta!

Lo so, fa caldo, ma và infornata a 180° per una ventina di minuti, forse qualcosa di più.
Lasciamola raffreddare e decoriamola con le amarene sciroppate.
Ora in frigo. Poi in pancia!!!

Ed io sto già pensando alla prossima!

lunedì 23 luglio 2012

LA CASA DELL'ACQUA il mio paese per l'Ambiente con distributore gratuito

Un primo chioschetto nel parcheggio delle scuole.
Un secondo, a breve.
Completamente rosso,
attira l'attenzione certo, 
con tutti sti' led che fan molto astronave
e forse lo è, aliena, 
l'idea
di aver messo a disposizione dei cittadini
un punto di distribuzione dell'acqua
potabile gasata e naturale.
Gratis!
con tessera regionale dei servizi, quindi "schedati";
 non mi stupirei, in futuro, se ideassero
(loro, politici) 
un "rimborso allo Stato per consumo di bene pubblico".
Che se poi, sei pure fumatore
magari notturno, al distributore,
risulti anche li'!
Ma in più, come "parte inquinante"!
Sarebbero tasse su sasse.
Ideona la tessera sanitaria col chip!
Nevvero, è comoda sul serio.
Ma sì, intanto usufruiamo di questo bene che ci viene messo a disposizione
Anche se, come consigliano
e' bene consumare l'acqua prelevata, entro 48h
per evitare la formazione di batteri causati da bottiglie non perfettamente sterilizzate.
Certo che si portano da casa, , vuote e ben lavate si spera..
è capitato a tutti almeno una volta di aver avuto una bottiglietta d'acqua che girava da qualche giorno, magari in auto, o in borsa -noi donne che ne cambiamo una al giorno, di borsa-
e, stappata, avvicinata per bere... bhuuuaaa odore di acquario di Genova!!
Quindi, igiene al primo posto. Sempre.
Bottiglie di vetro? Già Meglio.

Ma, se non posso fare scorte,
e ché? Devo andare un giorno sì, e l'altro pure, a fare il pieno d'acqua?
Vabbhè che ho la fortuna di averlo sotto casa, mia, non di tutti,
vecchietti a parte, che è meglio se la fan consegnare direttamente dall'"omino, dell'acqua"
(tipo Ale e Franz)
anche perchè già spiegar loro, poveri nonnini, il funzionamento con tessera,
la decisione del formato (0,5l- 1l..) col corrispondente bottone da pigiare..
si farebbe lunga, e chi è in coda ricshierebbe..
la disidratazione!
Novate per l'ambiente,
mica poco.
Mi è venuto un post verde, ecologico, ambientalista, 
ma con angoli spigolosi
perchè l'altra faccia della moneta c'è sempre.

Ma esser cittadina di un paese con tali buoni propositi
mi regala un raggio di speranza 
per una Terra rispettata.
Ancora credo nei sogni!?!
Basterebbe poco

Che dite? Che se invio questo articolo al Comune,
mi levano la residenza?!!




sabato 21 luglio 2012

un dolce.. bagno

Che io sia estetisa,
qualcuno lo sa, qualcuno no..

Chi ama festeggiare lo sa,
che decoro torte ed allestisco buffet.

Perchè so sorprendere!

E il blog? Per trasformare le emozioni in ricordi.

Ma poi..
mi annoio facilmente, come i bambini,
i miei bambini,
ho bisogno di stimoli, di novità.
Insomma, starmi dietro e' un casino!
E allora provo a rilassarmi così
prendo il mio tempo 
..
fatelo anche voi
3 muffin
per 3 bagni 
stra-rilassanti
stra-profumati
stra-bilianti
Balle, tutte balle,
anzi, direi.. bolle,
perchè quello al cioccolato è per..
il mio piccolo Ciucchino;
quello alla rosa per Ercolina;
quello alla lavanda per Lui.
Spero che almeno Lui mi permetta di goderne insieme..
la vasca e' grande!!
Altrimenti i muffin mi ritrovo solo ad infornarli!
grazie a
per i suoi ottimi prodotti

giovedì 19 luglio 2012

caffè shekerato (senza sheker)

E' il mio cavallo di battaglia
e quest'estate non riesco proprio a farne a meno
E' il mio caffè shekerato
dico mio perchè lo faccio a modo mio!
La mattina, presto, preparo 2 caffettiere:
una per svegliarmi,
l'altra, per il caffè shekerato del pomeriggio!
Già, perchè deve raffreddare, fuori dal frigo,
poi ce lo metto, in frigo, non prima però di averlo zuccherato e arricchito con l'aroma di vaniglia.
E quando piu' tardi, ne ho voglia, lo tiro fuori, ci aggiungo il ghiaccio e con il minipimer trito che è 'na bellezza!
La schiumina viene, il gusto e' come piace a me, insomma, più semplice di così!
Giudicate voi
Questa versione e' tricolore, aspettando la finale!
Mentre, decisamente piu' easy, lo porto anche al parco in una bottiglietta di plastica,che sia per i dopo pic-nic, o per freschi ristori!
Se poi, vi garba alcolico, aggiungete du' dita di grappa!

martedì 17 luglio 2012

acqua sciroppo e freezer: ghiaccioli fatti in casa, che comoda semplicità

MA CHE STUPORE!
E CHE GUSTO!
E le estati scorse come facevo senza?
Senza queste fantastiche coppette,
che non sono indispensabili
(un bicchierino di plastica ed un cucchiaino
andrebbero benissimo!)
ma sopratutto senza la voglia di farli!

Poi ho trovato "l'attrezzino" da 6 ghiaccioli, 
sempre cercato
mai trovato
-non chiedetemi dove lo cercavo-
hahah

Sta di fatto che sto attrezzino m'e' costato 8 euri!
Forse bicchierini e cucchiaini erano mejo!!
Ma vista la quantita' di ghiaccioli che mangiamo..
ho fatto un affare!!!
Acqua e menta
i nostri preferiti!
Semplici e dissetanti!
Nulla togliere 
alle versioni dolci con jogurt e frutta..
ma qui andiamo nella produzione artigianale di gelati!

Non esagerare Peste, non esagerare
hahaha

Per questa estate accontentiamoci di acqua, sciroppo e freezer, roba semplice,
ecco, magari provando più gusti!


domenica 15 luglio 2012

cioccolato liquore e ciliegia, un capriccio da ladies..

Premetto, avrei dovuto ringraziare Lady Emi & Lady ceci emh.. almeno 4 mesi fa!
Ma questi cioccolatini scomparvero presto da sotto gli occhi,
e il post finì nel dimenticatoio.
Feci appena in tempo a fotografare la confezione piena..
Un regalo davvero gradito da una golosa come me!
La classica fortuna del principiante:
partecipai ad un loro contest e..
non so come, nè perchè, mi ritrovai sul podio
vincendo il 3° premio!!
Così, aspettai il postino...
che si dice suoni due volte,
bhè, di qui non è proprio passato!
O meglio, trovai 2 avvisi di mancata consegna,
al 3° chiamai per andare personalmente a ritirare il pacco:
"signora, e' tornato al mittente"
Tho', il solito culo, per una volta che vinco qualcosa.
E invece quelle due dolcezze me lo hanno rispedito!

Cioccolato italiano
(che per me è buono quanto lo svizzero)
ripieno di liquore e ciliegie.
Non aggiungo altro!


sabato 14 luglio 2012

mini moto - mini uomo

Quando si dice "bruciare le tappe"
..
speriamo non bruci anche il carburatore!

5 anni, 5 test drive a settimana, 5 pieni di benzina ogni volta!
Noi coltiviamo lui,
lui coltiva la sua passione.
La stessa che accomuna padre e figlio
E noi donnine?
Li sosteniamo
Ora che e' semplicemente un divertimento,
spensierato, me lo godo tale..
perchè semmai dovesse dirmi "mamma, vado a girare in pista"
allora sì che avrò da pensare..
che non si faccia male,
che forse era meglio non coltivarla questa passione!

E se tanto mi da tanto..
so' rovinata!!!

Mettete il casco e facciamo un giro in moto
(io vi seguo con i rollerblade!)
video
Dopo il test course, avete ancora i punti?
No, non di sutura.. della patente!!

giovedì 12 luglio 2012

melone, ananas e anguria per degli spiedini d'estate

E per concludere la merenda, trovare sollievo dalla calura estiva e compensare i dolci,
ho pensato a dei freschi spiedini di frutta.
Frutta di stagione ovvio, 
l'ananas, che si taglia perfettamente con le formine dei biscotti, diventando delle simpatiche stelline,
l'anguria, il cui "guscio" si e' prestato nell'esser infilzato dai lunghi stecchini
e il melone, dolce, fresco e colorato.

Termina così il mio buffet per Nicolò, 
che ha festeggiato i suoi 5 anni
con questa originale, colorata e gustosa torta di compleanno.
Mentre per gli invitati ho preparato focaccine ripiene, girelle di frittata e torta salata

Che dire?
Anche questa volta mi auto-promuovo!
Un lavoro pulito, fine e.. di gusto!!!
E voi? Quando mi ingaggiate per organizzare il vostro party?!

mercoledì 11 luglio 2012

mini focaccine, maxi gusto

Eccomi, dopo queste girelle di frittata,
questa torta salata,
vi propongo le mie focaccine,
sfiziose e gustose, 
gradite da grandi e piccini!
Farcite di pomodori, prosciuttino cotto, insalatina verde e maionese.
Decorate con olive e sale grosso.

Non potevano mancare nel buffet di compleanno, 
come accompagnamento alla sua torta, questa.
E come fresco ristoro?
Tutto rigorosamente preparato dalle mie pestifere manine!
Ingredienti sani e  freschi.
Apprezzatissimi dal festeggiato e dalla su' mamma!
E a quanto pare, so' piaciuta pure io!



martedì 10 luglio 2012

girelle di frittata su letto di insalata

2 uova,
prosciutto cotto,
formaggio spalmabile.
Il gioco e' fatto!
Qualche foglia verde per scenografia
e anche questo bel piattino entra a far parte del buffet di compleanno
Eccerto, le vedete lì, nella mia bozza a sinista punto3, le girelle di frittata!?
Mentre al numero 1 nonchè al centro dell'attenzione, c'e' la torta;
al secondo posto, un'altra torta, ma salata
In 4° posizione troviamo gli spiedini di frutta,
ultime, ma non ultime, le focaccine farcite.

Non manca nulla, che dire?
Buon compleanno!

lunedì 9 luglio 2012

dopo la torta dolce, ecco la salata

La Santa pasta sfoglia, 
che risolve molti problemi dell'ultimo minuto!
Che accoglie caldamente qualunque cibo.

Ecco, questa versione e' estiva e non di ripiego!

Ricordate il buffet per un compleanno di pochi giorni fa ?
Si', con quella torta a forma di manina!
5 dita per 5 anni!
Bene, questo e' un anticipo!
Non vi aspettate nulla di esagerato,
gli invitati non erano molti, visto anche il periodo, 
chi può.. e' via!
Ma torniamo alla sfoglia,
ripiena di patate e pomodorini
e sesamo come se piovesse!
Light e rapid= promossa!

Io? Rimandata, ai prox post sul buffet.. 
vi raccontero' delle mie girelle di frittata,
delle focaccine da gustare in un sol boccone
e dei freschi spiedini di frutta.

Vi aspetto!


sabato 7 luglio 2012

Batti 5 Nicolò!!!

E' stata una settimana un po' incasinata,
li ho avuti tutti in casa, 
i bimbi per la fine dell'asilo (non che Ercolina andasse),
Lui per qualche giorno di "ferie" (diciamo così).
Ed io? Stressatissimaaaaaaaa
hahahah
No dai, io presa con la dolce realizzazione di quel che era un progetto su carta
carta bianca per dirla tutta!
La mamma di Nicolò che mi dice:
"Simo, mi fido di te, fai tu"
Ok, grazie, emh.. perchè non mi conosci bene!
Suvvia, perchè devo screditarmi così! hahaha
Sono stata di parola. Come sempre.
E per me, se carta canta, la parola conta.

Certo, proporle il progetto e' stato più complicato che preparare il buffet!
"Ci vediamo stasera per un caffè e ne parliamo"
"Emh, no, domani"
"Ok"
"driiiiiin, ghe la fu no, spostiamo a mercoledì?"
"Quando vuoooooooi ma incontriamoci"!!!
Ce l'abbiamo fatta! E Lei entusiasta delle mie idee!
Bene, non mi restarono che 48 h per mettermi all'opera
work in progress e no stress,
"Amò, visto che sei a casa, pija i Tuoi figli (perchè quando fan casino, sono i Suoi) e portali fuori"
Maaa, fuori fuori!!!
Ho evitato di uscire io, di testa!
Emh.. a vedermi qui, tanto apposto non sto!
Ma che soddisfazione!!!
E che booona!!!
E il resto del buffet?
Caaaalma, una portata alla volta!
Cominciamo dalla torta salata
per procedere con le focaccine farcite
e raggiungere le girelle di frittata.
Concludendo con gli spiedini di frutta!

Po' bastare? Ok, cominciate ad assaggiare!









domenica 1 luglio 2012

4-0 doccia gelata. Meglio una vodka ghiacciata in questa bollente serata europea

tutto era pronto:
bambini dai nonni,
aperitivo al nostro locale preferito per prendere i posti migliori,
un allettante invito rifiutato..
e poi nulla.

Un gol che manco me ne sono accorta,
poi altri 3.
tante speranze invane;
il volere del popolo italiano, per una volta all'unanime.

E così, presi dallo sconforto e dalla rabbia,
paghiamo il conto, andiamo a casa.
Che tanto, come si vede a casa la partita, non si vede da nessuna parte.
Che sia su schermo piatto, proiettore o su un'11 pollici.
Tanto, a poco serve l'ottima luminosità, i pixel perfetti e la tv appesa al muro,
se poi i Nostri Azzurri non sono carichi come contro la Germania.

E parecchi sono stati i segni premonitori, dalla bandiera fuori dalla finestra che col vento si e' attorcigliata e più liberata, alla mia maglia Azzurra  che indossandola.. s'è strappata. E non perchè sono ingrassata. Non perchè io porti iella, tuttaltro. 

Un'occasione per riunire il nostro popolo. così come nel 2006, nell' 82..
evidentemente non è sul calcio che dobbiamo puntare.

Ora che si mette anche a piovere.
Ora che i loro sguardi, dei calciatori, sono delusi, increduli, arresi.

Ed io? Io mi faccio una vodka gelata in un bicchiere ghiacciato.
Qualche grado alcolico che mi ridia grinta, per levare quella bandiera tricolore e riporla ben piegata nel cassetto nei ricordi.
Per poter ridere di questa partita, che tanto, il guadagno lo porta solo a loro che giocano. 
Non di certo a noi che assistiamo e che forse, giocheremmo meglio anche con dei compensi inferiori.

Ma come si dice.. 'importante è partecipare.
Partecipare un cxxxo.
Io volevo vincere. Come sempre!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...